Contributi al pensiero è composto da due saggi.

Il primo di essi, Psicologia dell’immagine, è stato scritto nel 1988, e il secondo, Discussioni storiologiche, è stato terminato nel 1989. Sebbene si riferiscano a campi diversi, i due testi riuniti in questo volume sono in stretta relazione e, in un certo senso, si chiariscono a vicenda.

I punti di vista espressi in Psicologia dell’immagine e in Discussioni storiologiche sono caratteristici della riflessione filosofica e non sorgono dalla stessa matrice della psicologia e della storiografia. Tuttavia, entrambi i lavori si rivolgono ai fondamenti stessi di queste discipline.

In Psicologia dell’immagine si espone una teoria innovativa su quello che l’autore chiama “spazio di rappresentazione”, si chiarisce l’importanza e la funzione dell’immagine come carica energetica all’interno di tale “spazio”.

In Discussioni storiologiche si passano in rassegna le diverse concezioni che l’autore riunisce sotto la designazione di “storia senza temporalità”. La Storiologia diventerà scienza solo nella misura in cui chiarirà la sua visione dell’Essere Umano e i prerequisiti necessari ad ogni discorso storico, ovvero che cosa si debba intendere per storicità e per temporalità.

Contributi al Pensiero – Mario Luis Rodriguez Cobos

Interpretazioni dell’Umanesimo

Uno studio sui vari modi in cui il concetto di Umanesimo è stato inteso in Occidente. Il libro inizia descrivendo la concezione dell’essere umano sviluppata in occidente continuando poi con quelle esposte dalle correnti filosofiche del nostro secolo – di ispirazione marxista, cristiana ed esistenzialista – che si sono dichiarate umaniste. Interpretazioni dell’Umanesimo presenta inoltre una descrizione delle nuove correnti filosofiche o politiche sorte negli ultimi anni e che si iscrivono nell’ambito dell’umanesimo.

Interpretazioni dell’ Umanesimo di S.Puledda
Holler Box