dal precariato al potere economico

admin | azioni potere giovane, Lavoro
8 Apr 2011

E’ come se tutta una generazione fosse clandestina, il presente ed il futuro ci è precluso.

E c’è da ringraziare per questo un gruppetto di banchieri e affaristi vecchi con un piede nella cassa da morto ed un altro nella cassa del tesoro, che ci manipolano nel presente e manipolano la nostra immagine di futuro. Questi signori hanno mani nelle banche, nelle multinazionali e nei commerci più remunerativi, la droga,le armi, nelle telecomunicazioni e nei media, nella speculazione sopra ogni bene (casa, cibo, aria, acqua, salute, educazione,etc..)

Non abbiamo bisogno di questi signori, non ci servono ne la droga ne le  armi, si invece vogliamo che ogni popolo possa disporre del proprio territorio, aria, acqua, cibo, salute , educazione.

dal precariato al potere economico

dal precariato al potere economico

Quindi dobbiamo riappropriarci di quello che è nostro, la nostra vita , il nostro presente, il nostro futuro, il nostro territorio, come Nazione

Umana Universale, non più divisi in mille fazioni, fomentate da questi signori della morte che finanziano le guerre per distruggere intere generazioni.

Potere Giovane è profondamente nonviolento, nel karma, nel proprio DNA, che è quello del Movimento Umanista e dei valori del Nuovo Umanesimo, quindi questa riappropriazione sarà assolutamente e profondamente nonviolenta.

Come fare?

1. Cambiare l’immagine e la sensazione di noi stessi , sentendoci dei trasformatori del mondo, dedicandoci momenti di riflessione e studio sia individuali che di gruppo

2. Condividendo con altri questo progetto di trasformazione del mondo ed in particolare economica

3. Attivando confederazioni di cooperative che entrano in concorrenza con le multinazionali in tutti i campi di cui vogliamo riappropriarci

4. Attivando consorzi di azionariato nelle multinazionali per arrivare a percentuali significative di azioni in mano alla società civile per puntare a influire sulle decisioni delle multinazionali

5. “Invadendo” ogni spazio politico, candidandoci in migliaia in prima persona con l’obbiettivo di influire sul sistema democratico formale , con l’obiettivo di trasformarlo in sistema democratico reale e partecipato dalla popolazione

Tags: ,

One Comment

  1. […] abbiamo parlato con molti giovani presenti, e abbiamo commentato le nostre proposte per “uscire dal precariato” trovando tutti d’accordo. L’ultima proposta era: 5. “Invadendo” ogni spazio […]

Leave a Reply

*